Sonnenstube

RAPSODIA BOTANICA
26 – 27.09.2019

Elena Perugi
a cura di Giada Olivotto

Rapsodia Botanica è un progetto che si muove sulla scia di linee di pensiero ecologiche di matrice gorziana, e sceglie come suo manifesto l’espressione ‘Terzo paesaggio’ coniata da Gilles Clément. Oltre a porsi l’obiettivo quindi di valorizzare il luogo in cui questo viene ospitato Rapsodia BOTANICA mira a coinvolgere più persone possibili per avvicinarle alla bellezza e all’importanza del prendersi cura di una pianta.

 

Si tratta di un progetto senza target specifici e che mira a coinvolgere più persone possibili.

 

La realizzazione, del progetto Rapsodia BOTANICA di Elena Perugi, sarà ospitata nello spazio MOREL a Lugano e coordinata dal collettivo SONNENSTUBE e nello specifico dalla curatrice Giada Olivotto.

 

Essendo un evento fuori programma, rispetto all’organizzazione annuale dello spazio SONNENSTUBE, Rapsodia BOTANICA ha subito attratto per il suo spirito semplice e importante: quello legato all’ambiente che ci circonda.

 

Il progetto invita gli abitanti del territorio ticinese a partecipare ad un concorso di bellezza per piante gestito dall’artista Elena Perugi (1993). Le persone aderenti all’iniziativa, dopo aver preso i contatti con gli organizzatori dell’evento, verranno inserite all’interno della lista dei partecipanti assieme alle piante selezionate per la gara. Il giorno dell’evento si passerà a casa di ognuno a ritirare le piante iscritte, che verranno posizionate nella Piana ed entreranno a far parte di un’installazione performativa. Ci sarà una giuria che eleggerà la pianta vincitrice e il premio in palio sarà una pianta bellissima di cui prendersi cura. Per le piante del quartiere che già hanno una collocazione nei giardini o nelle corti verrà creato un apposito percorso, affinché anche queste ultime trovino il loro posto in gara. Il titolo dell’evento è un omaggio al film del 1917 del regista piemontese Nino Oxilia, ‘Rapsodia Satanica’. 

 

/

 

Rapsodia Botanica is a project that is based on ecological lines of thought of Gorzian inspiration, and chooses as its manifesto the expression ‘Third Landscape’ coined by Gilles Clément. In addition to the objective of enhancing the place where it is hosted Rapsodia BOTANICA aims to involve as many people as possible to bring them closer to the beauty and importance of taking care of plants.

 

This is a project without specific targets and that aims to engage as many people as possible.

 

The realization of the project Rhapsody BOTANICA by Elena Perugi, will be hosted in the MOREL space in Lugano and coordinated by the collective SONNENSTUBE and specifically by the curator Giada Olivotto.

 

Being an unscheduled event, compared to the annual organization of the space SONNENSTUBE, Rapsodia BOTANICA has immediately attracted for its simple and important spirit: the one related to the environment that surrounds us.

 

The project invites the inhabitants of the territory of Ticino to participate in a beauty contest for plants managed by the artist Elena Perugi (1993). The people adhering to the initiative, after having made contact with the organizers of the event, will be included in the list of participants together with the plants selected for the competition. On the day of the event we will go to each person’s home to pick up the registered plants, which will be placed in the Plain and will become part of a performative installation. There will be a jury that will elect the winning plant and the prize will be a beautiful plant to take care of. For the plants of the neighborhood that already have a location in the gardens or courtyards will be created a special path, so that they also find their place in the race. The title of the event is an homage to the 1917 film by Piedmontese director Nino Oxilia, ‘Rapsodia Satanica’. 

 



Sonnenstube ci tiene particolarmente a ringraziare per il sostegno alla programmazione annuale / Sonnenstube is particulary grateful for the annual support to: ProHelvetia, Repubblica e Cantone Ticino DECS / SWISSLOS, Città di Lugano, Migros percento culturale Ticino, Migros Kulturprozent

Photos: Sandro Pianetti

Graphic Design: Elena Perugi