Sonnenstube

Cluster
04.12 – 14.01.2016

Jonas S. Baumann, Pauline Beaudemont, Beni Bischof, Oppy De Bernardo, Marco Bongiorni, Audrey Cottin, Luca Frei, Gilles Furtwängler, Thomas Galler, Hayan Kam Nakache & Josse Bailly, Andreas Hochuli,0100101110101101.ORG, Isabelle Racine & Laura Thiong-Toye, Juice & Rispetta, Camille Le Houezec, Jérôme Leuba, Hektor Mamet, Marius Margot, Damiano Merzari, Jonathan Monk, Gianni Motti, Damian Navarro, Garrett Nelson, Frédéric Post, Nicolas Raufaste, Augustin Rebetez, Maya Rochat, Darren Roshier, Christoph Wachter e Mathias Jud.
Curated by Regaida Comensoli and Sébastien Peter

Per il progetto Cluster è stato chiesto a una trentina di artisti, provenienti da diverse discipline, di creare degli sticker prodotti poi in 200/500 esemplari. Gli autoadesivi saranno a disposizione del pubblico la sera del vernissage e per tutta la durata dell’esposizione; pubblico che diventerà parte integrante del progetto, facendosi vettore di diffusione degli sticker, che potranno essere incollati all’interno dello spazio espositivo o in seguito su supporti informali. Obiettivo dell’esposizione è la creazione di oggetti che, grazie all’interazione con il pubblico, si espandano in maniera rizomatica raggiungendo altri luoghi e altre persone.La struttura del progetto è quindi sia l’origine di un’esposizione di cui non si posso definire i confini spaziotemporali, sia uno strumento di promozione e mediazione culturale tra arte contemporanea e nuovi pubblici. In questo senso saranno uniti due aspetti fondamentali del fare artistico contemporaneo: la relazione con il pubblico con la possibilità che esso sia parte integrante del processo di creazione e dell’opera; il superamento degli spazi tradizionalmente adibiti alla fruizione dell’arte.

Orari d’apertura

Giovedì e Venerdì: 18:00-20:00, Sabato: 14:oo-18:00



Con il supporto di: ProHelvetia, Città di Lugano, Cantone Ticino – Fondo Swisslos, Oertli Stiftung, Ernst und Olga Gubler-Hablützel Stiftung, Percento culturale Migros Ticino, Dr. Georg und Josi Guggenheim Stiftung